Mamme VS Papà

  • Il figlio prende un brutto voto a scuola

Papà: “e va beh, si fa furbo/a, la prossima volta studierà di più e recupererà”

Mamma: “se solo gli/le avessi fatto ripetere meglio la lezione”

  • Il figlio non trova la sua felpa preferita

Papà:”mettitene un’altra. Ne hai tantissime!”

Mamma: “ecco, non sono riuscita a stirare tutto!”

  • Il figlio è arrogante in casa, risponde e non aiuta

Papà: ” sei maleducato e antipatico, Quando avrai imparato a comportarti faccelo sapere”

Mamma:” Ecco, non lo seguiamo abbastanza, chissà cosa penseranno gli altri!”

 

Questi sono alcuni esempi venuti fuori durante un incontro del gruppo famiglia a cui partecipiamo, legati al rapporto dei genitori nei confronti dei figli (adolescenti). Certo, per noi (me e marito) sembrano cose ancora molto lontane, avendo i bimbi così piccoli, ma ci hanno fatto riflettere.

I papà, secondo alcuni esperti, sono molto più onesti e diretti nei confronti dei figli.

Le mamme sono invece più protettive e tendono a giustificare ogni comportamento e colpevolizzarsi per ogni “fallimento” o errore del figlio.

Gli esempi che ho riportato (ne hanno fatti altri, ma direi che questi bastano!), rappresentano al meglio tale teoria, ma sono prettamente legati a figli già più grandi. Eppure penso che queste situazioni, seppur con contesti diversi, si verifichino già con i figli piccoli. Ammettiamolo, noi mamme saremo sempre pronte a giustificare ogni minimo comportamento dei nostri figli, e soprattutto siamo spaventate dall’eventuale giudizio esterno,  i papà invece hanno una capacità maggiore nel guardare la situazione in maniera più distaccata.

E voi cosa ne pensate? Vi ritrovate in questa definizione e in queste situazioni?

 

 

 

Precedente I primi passi- una delle emozioni dell'essere mamma Successivo Top of the Post #5

Lascia un commento


*